richiesta parcella per assistenza legale a mio padre defunto

Domanda di utente
10 agosto 2011 at 11:54

Mio padre è deceduto 6 mesi fa e oggi ho ricevuto una telefonata di un avvocato che mi chiede dei soldi per una parcella non pagata da mio padre , una parcella che risale al 2002! di duemila euro.

Mi ha detto che si tratta di una vecchia cosa ma dovrò andare domani per capirne di più .....sono caduta dalle nuvole e mi sto chiedendo se è "legale" chiedere ai figli di pagare una vecchia parcella a suo dire non saldata.

Risposta di Simone di Saintjust
10 agosto 2011 at 11:57

Mi pare alquanto strano che un professionista serio vada a richiedere agli eredi un debito teoricamente prescritto da circa 7 anni.

Le parcelle non riscosse degli avvocati e di altri professionisti vanno in prescrizione dopo tre anni, cioè dopo tre anni - in assenza di ulteriori azioni - non sono più esigibili, non possono più essere riscosse.

Quindi se se la sente - e solo se se la sente - vada pure all'incontro con l'avvocato, ma Le raccomando solo per prendere cognizione delle sue richieste, non firmi nulla e non prenda nessun impegno.

Nelle more della definizione della vicenda, potrebbe rivolgersi alla cancelleria del tribunale dove risiedeva suo padre chiedendo se esistono procedimenti giudiziari - civili e penali - ancora aperti nei confronti di suo padre. Nello stesso documento vengo indicati i nomi dei diffensori incaricati.

Tuttavia, è chiaro che nell'ipotesi che la parcella oggetto della questione fosse dovuta per un consulto o per un intervento stragiudiziale, anche se in tribunale non risultasse nulla, il dubbio permarrebbe.

Ed allora un controllo più facile ed immediato potrebbe essere questo: verifichi che il personaggio in questione sia effettivamente un avvocato; è possibile consultare on line l'albo degli avvocati della Sua zona, ed in pochi istanti verificare la presenza del nominativo o meno.

Se ci riferirà l'evoluzione della vicenda Le daremo ulteriore supporto.