Recupero crediti alla porta senza appuntamento

Domanda di antonio e eleonora S. S.
23 aprile 2016 at 10:44

Mi sono ritrovato il recupero crediti alla porta senza che io abbia aperto il portone e dalle scale sento che chiede informazioni ai condomini che intelligentemente hanno indicato la mia abitazione.

Io non apro e nemmeno la mia compagna quando é in casa da sola, inoltre lei é incinta e queste visite indesiderate la fanno vivere in uno stato d'ansia ed agitazione. Cosa possiamo fare? Questa settimana l'agente é venuto già due volte.

Risposta di Chiara Nicolai
23 aprile 2016 at 11:20

Può cominciare semplicemente con una raccomandata AR indirizzata alla sede della società di recupero crediti (all'attenzione dell'amministratore delegato) in cui diffida dal disporre visite domiciliari, non concordate, al suo indirizzo (meglio se riporta, conoscendolo, il nome del funzionario che si è presentato a casa sua svolgendo indagini presso i vicini in aperta violazione di qualsiasi elementare diritto alla privacy del debitore).

In seconda battuta, qualora l'episodio dovesse ripetersi, può denunciare l'accaduto con un esposto all'Autorità Giudiziaria presso polizia o carabinieri. Si tratta di azione molto efficace che comporta la conseguente segnalazione della società di recupero crediti a Banca d'Italia e alla Prefettura con rilevanti ricadute, qualora le violazioni venissero accertate, sull'attività svolta (sanzioni pecuniarie e sospensioni dei permessi).