Recupero crediti a vecchio cognome

Domanda di Nomeincodice
8 novembre 2015 at 16:43

Gradirei sapere se, un debito contratto per l'acquisto di un bene, che non è stato completamente saldato, da una persona che - nel frattempo - ha cambiato cognome (di nazionalità italiana, in pratica ha aggiunto il cognome di un genitore e cambiato di fatto il codice fiscale) che riceve dopo tanti anni richieste da un recupero crediti, inviato al vecchio cognome. Se non si risponde a quest'agenzia, cosa può accadere?

Chiedono soldi dopo oltre 13 anni, di un importo forse triplicato se non di più, di un acquisto effettuato quando ancora c'erano le lire, attraverso Findomestic.

Il debitore ha cambiato cognome diversi anni fa, ma loro scrivono utilizzando il vecchio cognome: possono effettuare verifiche anagrafiche per risalire al vecchio cognome?

Se il debitore è nullatenete e invalido (solo intestatario di una vettura) cosa possono fare?

Risposta di Annapaola Ferri
8 novembre 2015 at 16:51

Con il cognome originario e la data di nascita tratta dal precedente codice fiscale, attraverso una ricerca anagrafica presso il vecchio comune di residenza, la società di recupero crediti è in grado di conoscere comunque tutti i dati aggiornati del debitore.

Diverso è il discorso relativo alla nullatenenza del debitore atteso che un veicolo usato non viene quasi mai pignorato, se non si tratta di vettura di pregio.

Nelle condizioni economico patrimoniali di indigenza del debitore, qualsiasi azione esecutiva è destinata a concludersi con un ulteriore aggravio di spese per il creditore.