problemi sull'antiriclaggio dell'appartamento.

Domanda di luigi11
4 novembre 2011 at 19:51

Bene Luigi, se dovessero decidere di procedere con un accertamento fiscale per capire con quali mezzi lei si sia procurato i 55 mila euro necessari per poter acquistare l'appartamento, dovrà solo dimostrare quello che ha scritto.

E cioè, che i soldi stavano in cassaforte e che li ha messi da parte semplicemente rompendo di tanto in tanto il salvadanaio …

Non ci sono multe, caro Luigi. Ma c'è la possibilità concreta che se non le credessero, le chiederebbero di pagare le tasse su un reddito presunto percepito, con sanzioni ed interessi moratori. In questo caso lei corre il rischio che Equitalia le ipotechi casa, la espropri e la venda all'asta. Non quello di dover pagare una multa.

La soluzione? Quando le arrivasse un avviso di accertamento (che adesso è pure immediatamente esecutivo) dell'Agenzia delle Entrate lei rivende immediatamente la casa acquistata.

La cassaforte le tornerà utilissima, in quanto non potrà depositare in banca il ricavato, dal momento che Equitalia le pignorerebbe anche il conto corrente.

Mi sembra un po' eccessivo io non sono un evasore fiscale.
come ho capito bene una persona non puo avere nessuna cifra da parte e se ce l'ha deve dimostrare la provenienza ma come faccio a dimostrarlo se sono stati regali di una vita io sono incensurato ed onesto.
capisco che c'è gente che gira con i suv e dichiara il niente ma non è il mio caso io ho soltanto questo bene ci sono cose un po più gravi.
io no ho lavorato in nero perchè fino a ieri studiavo.
mi sembra un po accessivo!

Risposta di Simone di Saintjust
7 novembre 2011 at 19:25

In effetti ha ragione. E' un po' eccessivo. Direi anche alquanto esagerato.