Prestito e cambiali

Domanda di pasqui
23 gennaio 2014 at 22:24

Recupero credito che insiste e minaccia di passare alle vie legali mia figlia che in origine è stata la garante del prestito intestato al padre. Succesivamente mi sono proposta di fare cambiali ma purtroppo non sono riuscita a onorare il debito. Attualmente ho 7 cambiali protestate che non posso pagare più altre annullate ma questo signore telefonando nella ditta dove lavora mia figlia che naturalmente non ha riferito il recapito telefonico ha preteso di essere contattato e chiesto la cifra delle sette cambiali più quelle annullate e relativi interessi per l'importo iniziale del prestito erogato nel 2005. Come dobbiamo comportarci visto le continue telefonate e insistenze di questo signore? Grazie mille

Risposta di Ludmilla Karadzic
24 gennaio 2014 at 01:51

Cambializzazione dei debiti – accettarla significa preparare il cappio al boia. Questo il titolo di uno dei tanti articoli con cui abbiamo, spesso inutilmente, tentato di dissuadere il debitore a firmare cambiali per tamponare le richieste di rimborso di un credito insoluto. Una soluzione peggiore del male.

Con le cambiali, infatti, il creditore ottiene la certificazione dell'importo in gioco e l'accettazione dei tassi, spesso da usura, applicati.

La cambiale firmata e non pagata, inoltre, è un titolo esecutivo. In parole povere il creditore può chiedere il pignoramento dello stipendio, del debitore o del garante, senza essere obbligato a chiedere un decreto ingiuntivo al giudice, con il rischio di non ottenerlo grazie ad una efficace opposizione avviata dal debitore.

La situazione, al momento, è purtroppo quella appena descritta. Ora, se siete in grado di rimborsare la pretesa creditizia bene. Altrimenti il garante si vedrà, nel breve periodo, decurtato del 20% lo stipendio mensile, sino al rimborso integrale del debito iniziale gravato da interessi di mora, da quelli conseguenti al rimborso rateale e dalle spese di escussione coattiva.