prestito bancario con garante (seconda parte)

Domanda di ciccia2015
29 gennaio 2015 at 20:09

In riferimento a questo topic, aggiungo che mio marito è nullatenente a parte metà auto, un'utilitaria.

Mio suocero che è garante ha una casa e io anche ma è la nostra abitazione principale.

Io sono autonoma da pochi mesi per questo riesco a pagare i debiti di mio marito c'è solo un unico prestito a mio nome ma è in regola. Tutto il resto è a suo nome ma pago io in maniera tracciabile per evitare altri problemi.

I conti correnti sono vuoti ma quello dei miei suoceri no.

Se volessimo procedere con Unifidi come fare? La banca non sembra dell'idea. Nonostante sono al corrente della situazione è un anno che andiamo avanti e quindi con gli interessi. Hanno risposto oggi solo dopo raccomandata prima non ci passavano neanche il direttore.

Sinceramente la mia impressione è che ci sia qualcosa sotto...

Risposta di Annapaola Ferri
29 gennaio 2015 at 21:35

Contro Unifidi non è possibile procedere giudizialmente: anche se ha chiesto 750 euro per prestare fideiussione, non è che con quella cifra il debitore possa pretendere la copertura del prestito non rimborsato.

Da contratto, va escusso dalla banca dapprima il debitore principale, poi il garante e solo in ultima istanza il fideiussore Unifidi. E, comunque, anche se Unifidi pagasse, diverrebbe creditore di suo marito (e del garante).

Purtroppo, presto o tardi la banca iscriverà ipoteca sulla casa di suo suocero.