Prescrizione cartelle e notifiche

/div>
Domanda di kris_me
8 agosto 2011 at 16:37

Ho letto svariati post e volevo provare a riassumere per vedere se ho ben capito come funziona con la prescrizione delle cartelle esattoriali:
1 - la notifica della cartella non vale come novazione ma come atto interruttivo;
2 - la prescrizione della cartella segue quella del tributo a cui si riferisce;

allora cartelle regolarmente notificate nell'aprile 2006 che si riferiscono a contributi INPS non versati per l'anno 2004 a cui non sono seguite procedure esecutive (e alcun altro atto interruttivo) sono da considerarsi prescritti (la prescrizione contributi previdenziale è quinquennale). Capito bene?
Cosa diversa sarebbe stata se avvessero avviato pratiche esecutive come "le ganasce fiscali"? Giusto?
Grazie

Risposta di kris_me
9 agosto 2011 at 10:22

Altra domanda... qualcuno mi sa spiegare l'istituto della decadenza applicato alla materia fiscale?
Non sono un evasore, se potessi pagherei anche per chi ha sbagliato (gli altri soci snc - i miei genitori).
Grazie.

Risposta di Andrea80
9 agosto 2011 at 14:06

Come hai ben detto, ne abbiamo ampiamente parlato in questo forum, la prescrizione della cartella esattoriale è decennale o segue la prescrizione del tributo? Il dilemma è irrisolto, come avrai notato l'interpretazione che la cartella continua a prescriversi in base al tributo, trova conforto in alcune sentenze anche di cassazione, ribadendo il principio che la cartella esattoriale non fa altro che far ripartire da zero i temini per la prescrizione che tuttavia rimangono legati al tributo. Dopo un'attenta valutazione, non resta altro che intraprendere la via del ricorso per farsi riconoscere tale interpretazione.