Possibilità di pignoramento di equitalia di un immobile in spagna

Domanda di steffo
26 ottobre 2011 at 22:45

Una persona residente in italia che ha ricevuto una cartella di equitalia per un importo molto alto ha visto pignorato il conto corrente italiano.

Tale persona possiede un immobile in spagna (su cui sta pagando un mutuo a un banca spagnola e ha quindi un cc in tale banca). Va detto che nell'ultimo scudo fiscale (2009? - prima comunque di ricevere la cartella) tale immobile è stato scudato.

Vorrei sapere che rischi corre il debitore di vedere tale immobile pignorato. E soprattutto vorrei sapere se equitalia può essere a conoscenza che tale persona possiede l'immobile (tale immobile non è stato inserito nelle dichiarazioni dei redditi né prima né dopo lo scudo).

In vari forum ho visto opinioni contrastanti da quelle che escludono la possibilità che equitalia vada all'estero a quelle che dicono esattamente il contrario.

Nel caso l'esperto risponda che il rischio di un pignoramento esiste perché equitalia può essere a conoscenza dell'esistenza delle immobile e perché dispone degli strumenti per operare all'estero, vorrei sapere se si conoscono casi concreti o la pratica corrente si discosta dalla possibilità teorica.

Risposta di diegoconte
27 ottobre 2011 at 08:29

La riscossione tributaria internazionale è una questione molto complicata per una serie di motivi innanzitutto teorici (legati soprattutto al concetto di sovranità e autonomia degli Stati) e poi pratici (necessaria collaborazione dello Stato estero).
Al di là di tutto ciò, vi sono accordi e norme internazionali (anche comunitari) che obbligano una certa collaborazione tra gli Stati anche in materia tributaria, ma in pratica è molto difficile che si concretizzi.