debitore a tempo determinato

Domanda di evolis
24 febbraio 2012 at 12:20

Un debitore a tempo determinato che si dovesse vedere pignorati 1 o 2/5 come nel mio caso, nell'eventualità di un contratto a tempo indeterminato, vedrebbe altresì una continuazione del pignoramento o si interromperebbe la procedura per poi essere rinnovata dal creditore sul nuovo status di lavoratore a t.i.?

Risposta di Ludmilla Karadzic
24 febbraio 2012 at 13:58

Se il datore di lavoro non cambia, nella variazione del contratto di lavoro, il pignoramento dello stipendio del debitore permane senza alcuna ulteriore formalità.

Paradossalmente, il creditore potrebbe richiedere l'adeguamento della quota pignorata nel caso in cui il passaggio da tempo determinato a tempo indeterminato, si accompagnasse ad un aumento dello stipendio.