Perdita impiego settore privato - prestiti in atto e copertura assicurativa

Domanda di Sabrina
22 ottobre 2015 at 09:37

Mi hanno appena inserita in lista di mobilità e sono in attesa che si completi la procedura: ho in atto dei prestiti (2 con carte revolving, uno con la Unicredit ed uno con la Guber) che termineranno tutti entro settembre 2017.

Come mi dovrò comportare se effettivo sarà il mio licenziamento?

Ho su alcuni prestiti la copertura perdita impiego settore privato. Pertanto relativamente ai prestiti su cui ho tale polizza in atto sarà l'assicurazione a coprire il saldo? Probabile ci liquideranno con una buonuscita oltre al TFR.

Possono procedere su questa futura disponibilità almeno per quelli che non hanno tale copertura?

Risposta di Ornella De Bellis
22 ottobre 2015 at 11:24

La prima cosa che la invito a fare è quelle di leggere attentamente le clausole contrattuali inerenti la copertura assicurativa (per gli eventuali finanziamenti che la prevedono) nel caso di perdita del lavoro riconducibile a cause indipendenti dalla volontà e dai comportamenti assunti dal lavoratore. Il più delle volte il pagamento delle rate scadute del prestito è limitato a 6 rate mensili per evento e 18 rate mensili per tutta la durata del contratto, indipendentemente dal numero di eventi (licenziamenti) che in tale periodo si potrebbero verificare.

Per il resto inutile aggiungere che il creditore insoddisfatto potrà pignorare il TFR, detenuto presso il datore di lavoro, fino a quando non sarà restituito al dipendente e, in ogni caso, il conto corrente del debitore inadempiente (oltre, naturalmente, allo stipendio percepito in eventuali successivi impieghi di lavoro).