Opposizione a fermo amministrativo

Domanda di gdanilo
18 giugno 2015 at 14:40

Il 15/01/2015 ricevevo un ingiunzione di pagamento per un presunto ritardo nel pagamento di una multa del 21/06/2012; stante il fatto che non mi fosse chiaro a chi presentare ricorso (consultato l'ufficio del Giudice di Pace mi era stato detto che questi era competente solo in casi di dubbi sulla correttezza della notifica) pur leggendo in rete dell'illegittimità dell'applicazione degli interessi in casi come questo, non opponevo alcun ricorso.

Volevo sapere se, avendo ricevuto ieri (per posta ordinaria) comunicazione del fermo amministrativo ci fosse ancora possibilità di ricorso e in caso affermativo se, avendo bisogno della macchina, fosse opportuno pagare per la rimozione del fermo.

Vorrei altresì sapere come comportarmi in casi analoghi in futuro.

Risposta di Ornella De Bellis
18 giugno 2015 at 14:47

Lei scrive di un presunto ritardo nel pagamento di una multa, ma non specifica se la multa l'ha poi pagata.

In ogni caso, versando l'importo preteso o chiedendone la rateizzazione potrà ottenere la sospensione dell'azione esecutiva.

Se poi può dimostrare che il veicolo è indispensabile all'esercizio dell'attività professionale, può evitare il fermo amministrativo producendo apposita istanza all'agente della riscossione.

Infine, qualora non avesse mai ricevuto notifica del verbale di multa (ed essendone certo, dopo aver effettuato accesso agli atti presso il Comune) può procedere, con il supporto di un avvocato, opponendosi all'esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile.