Non ho fatto la dichiarazione 730 dei redditi 2010 - Interessi di mora sulla somma portata dall'accertamento

Domanda di Oprea
25 aprile 2016 at 18:20

Non ho fatto la dichiarazione dei redditi 2010 ed è arrivato da pagare un conto di 1600 euro! Non ho pagato perché non ho un lavoro e niente. Dopo 6 mesi a quanto può arrivare con gli interessi? La commercialista mi ha detto che l'importo potrebbe triplicarsi. Sono spaventata: è possibile una cosa del genere?

Risposta di Simone di Saintjust
25 aprile 2016 at 18:33

Lei non specifica quando è stata effettuata la notifica, né se le è stato notificato un avviso di accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate oppure una cartella esattoriale di Equitalia, nonchè la ripartizione fra imposta dovuta e sanzioni irrogate. Trattandosi di omessa dichiarazione dei redditi 2010, si tratta, molto probabilmente, di un avviso di accertamento immediatamente esecutivo.

Per quanto attiene l'avviso di accertamento sono dovuti gli interessi di mora (calcolati solo sulle imposte non versate e non sull'intero debito iscritto a ruolo, comprendente sanzioni e interessi) per ogni giorno di ritardo: il problema è che all'avviso di accertamento segue la cartella esattoriale o, nel caso di accertamento immediatamente esecutivo, l'affidamento ad Equitalia (dopo 90 giorni dalla notifica in caso di omesso pagamento nei primi 60).

Comunque, approssimativamente, un debito di 1600 euro, con gli interessi di mora semestrali applicati dal 1° gennaio 2016 al 30 giugno 2016, arriva a circa 1700 euro.

Per il mancato pagamento delle cartelle (o dell'avviso di accertamento immediatamente esecutivo) entro 60 giorni dalla data di notifica, sulle somme iscritte a ruolo, oltre agli interessi di mora per ogni giorno di ritardo, è dovuto anche il compenso spettante ad Equitalia (calcolato sul capitale e sugli interessi di mora) e tutte le eventuali ulteriori spese derivanti dal mancato (o intempestivo) pagamento della cartella.

A partire da gennaio 2016, se il debitore paga gli importi iscritti a ruolo entro 60 giorni la misura di tali oneri è pari al 3% di tali importi. Scaduti i 60 giorni, l'onere di riscossione sale al 6% delle somme iscritte a ruolo e degli interessi di mora.

Pertanto, dopo un semestre, il debito complessivo (compresi gli interessi di mora e l'aggio spettante ad Equitalia) dovrebbe aggirarsi intorno ai 1800 euro.