Multato alla guida di auto con fermo amministrativo - Obbligato in solido

Domanda di Bernard
7 giugno 2016 at 15:03

Dieci giorni fa guidavo la macchina di un amico (lui era seduto sul posto del passeggero): mi ferma la polizia, la quale dopo i suoi accertamenti mi comunica che sul veicolo pesavano 2 fermi amministrativi.

Pertanto la polizia infligge una sanzione di 780 € con me come trasgressore ed il mio amico come obbligato in solido.

Io non avevo la più pallida idea che la macchina avesse quello stato (mica possiamo fare lo screening dei nostri amici prima di guidare le loro macchine).

Se la multa non viene pagata entro 60 giorni, raddoppia e diventa di 1560€.

Il mio amico mi ha già detto che non può pagare pertanto ho il timore che questa ritorni a me (eventualmente raddoppiata).

Mi chiedo se c'è un modo per rendere responsabile del pagamento soltanto il mio amico (lui consente di firmare che io ero all'oscuro della condizione di fermo amministrativo della macchina).

Risposta di Giuseppe Pennuto
7 giugno 2016 at 15:15

L'obbligato principale è il conducente del veicolo al momento dell'infrazione al Codice della strada: ma, è responsabile solidalmente, rispetto al pagamento della sanzione amministrativa (la multa) anche il proprietario del veicolo, a meno che non provi che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà.

Se uno dei soggetti (conducente o proprietario) paga la sanzione libera l'obbligato principale e può poi rivalersi su quest'ultimo per ottenere un rimborso.

Una eventuale "confessione" del proprietario che ammettesse la propria esclusiva responsabilità, non servirebbe a mutare la procedura di riscossione coattiva.