Multa uso telefono non a viva voce non dotato di auricolare

Domanda di Giovanni D ORSO
16 luglio 2014 at 11:41

Ho ricevuto una multa alle ore 19,43 del 21 maggio u.s. in roma "via cristof.colombo/via di malafede prov. roma dir. ostia" uso telefono non a viva voce non dotato di auricolare art.17372-3bis codice strada. violazione che ricorrendo condizioni art.126 codice strada determineranno complessivamente decurtazione 5 punti patente o certificato idoneità guida. dettaglio mancata contestazione: impossibilità di fermare il veicolo in condizioni di sicurezza e nei modi regolamentari perchè impegnato nella regolamentazione della circolazione!?

Si può considerare incompleto luogo avvenuta contestazione? conviene ricorrere su mancata contestazione immediata, tenuto conto recente sentenza tribunale di lecce?

Risposta di Giuseppe Pennuto
16 luglio 2014 at 11:59

Non è necessario indicare il civico, naturalmente, e l'altezza dell'incrocio è più che sufficiente ad individuare il luogo dell'infrazione.

Tanto più che la tipologia di infrazione commessa non può poggiare le basi di un ricorso nell'eventuale assenza di segnaletica, sulla visibilità e struttura del fondo stradale ecc., elementi per i quali è fondamentale, per poter esplicare compiutamente il diritto di difesa, conoscere l'esatta ubicazione del punto in cui è avvenuto l'accertamento.

Nel Salento, i giudici (del Tribunale così come quelli delle commissioni tributarie provinciali) sono spesso molto avanti nell'introdurre principi giuridici border line, ma poi, vengono puntualmente smentiti nei giudizi di grado superiore o in cassazione.

Del resto la Suprema Corte (sentenza numero 6432 del 19 marzo 2014) è stata chiara sull'argomento: il giudice di merito non può tirare sempre in ballo l'omessa contestazione immediata del verbale di multa, dal momento che nessuna norma impone all'Amministrazione il dispiegamento di una pluralità di pattuglie per garantire la immediata contestazione delle violazioni del codice della strada.