Multa per mancata comunicazione variazione sede legale

Domanda di Giovanna
3 novembre 2015 at 01:04

Scrivo il quesito per conto di una srl che in data 01/01/2014 ha variato la sede legale e non ha comunicato tale variazione alla Motorizzazione.

Di recente è stata irrogata multa di € 514,30 per violazione dei commi 2 e 3 dell'art- 94 Cds. Ho letto i commi contestati e non parlano specificatamente di cambio sede legale.

Preciso altre due cose: la comunicazione in camera di commercio era stata fatta nei tempi giusti e il veicolo è in leasing e il cambio sede era stato correttamente comunicato alla società concedente.

Vorrei capire se tale multa è dovuta e da dove si evince leggendo la norma violata (dalla semplice lettura sembra si parli solo di trasferimenti di proprietà o mutamenti di proprietà).

Risposta di Giuseppe Pennuto
3 novembre 2015 at 01:36

In caso di trasferimento di proprietà degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi o nel caso di costituzione dell'usufrutto o di stipulazione di locazione con facoltà di acquisto, il competente ufficio del PRA, su richiesta avanzata dall'acquirente entro sessanta giorni dalla data in cui la sottoscrizione dell'atto è stata autenticata o giudizialmente accertata, provvede alla trascrizione del trasferimento o degli altri mutamenti indicati, nonchè all'emissione e al rilascio del nuovo certificato di proprietà .

Con la circolare numero 25018 del 29 ottobre 2015, il Ministero dei Trasporti ha chiarito che i conducenti dei veicoli a noleggio a lungo termine (e le società che detengono veicoli in leasing, ndr) non sono esonerati dall'obbligo di annotazione alla motorizzazione dei propri dati ma, dal 2 novembre 2015, potranno concretamente delegare per queste formalità burocratiche le società di noleggio ed evitare di pagare i diritti di motorizzazione.

Insomma, solo da oggi sarà sufficiente comunicare il cambio sede alla società concedente per assolvere agli obblighi previsti dei commi 2 e 3 dell'art- 94 Cds.