libretto cointestato pt

Domanda di genio3
22 agosto 2011 at 12:13

Sono invalido civile all'85% e percepisco euro 247 mensili, ho un figlio di anni 30 disabile al 100% con gravi problemi psichici e percepisce anche l'accompagno. Il tribunale di lecce per i gravi problemi che lascio a voi immaginare con sentenza del 2009 nomina tutore la madre e pro tutore il padre,ora per evitare di andare a fare la sosta per ore nell'ufficio postale decido di fare accreditare sia la pensione di mio figlio sia la mia su un libretto postale cointestato con mio figlio,tale libretto usato solo ed esclusivamente per prelievi delle pensioni con relativa carta di credito solo per il su citato libretto,con atto giudiziario su richiesta di una finanziaria con la quale sono debitore,per la quale non ho potuto pagare le rate per motivi gravi di cui non sto qui ad elencare,tale libretto è oggetto di pignoramento presso terzi(così mi è stato riferito)e sino al 21 novembre-2011 data di convocazione presso il tribunale,
ora mi chiedo come farò ad affrontare i giorni a venire,possibile che senza notizia alcuna possano bloccare una piccola pensione che a malapena basta per comprare medicine e a sopravvivere.

Risposta di difesaonline
23 agosto 2011 at 06:48

il pignoramento presso terzi non può essere azionato se non prima di aver dato impulso ad un titolo (esempio atto di precetto, decreto ingiuntivo, sentenza, etc etc.) e che comunque in entrambi i casi titolo e pignoramento presso terzi devono essere necessariamente notificati al debitore.
D'altro canto se il debito contratto è del papà e non del figlio può farsi assistere da un legale per presentare opposizione al pignoramento dinanzi al Giudice competente.