Iscrizione in CAI per irregolare utilizzo della carta di credito

Domanda di vxvendetta
31 maggio 2016 at 14:21

Avevo una carta di credito che scadeva a febbraio 2016: non avendo ricevuta la carta sostitutiva, chiamando il contact center gli chiedevo se potevo ritenere il contratto rescisso; mi rispondevano che non avendola ricevuta la carta non era più attiva.

Nel mese di marzo ricevo estratto amex con il pagamento di utenze legate ad essa, chiamo e mi dicono che dovevo pagare anche la rata annuale, io dichiaro di non volerla pagare e di voler annullare la carta.

Nel mese di aprile pagano ancora delle utenze, chiamano e mi intimano di pagare il saldo.

Io provvedo tramite un bonifico ad un iban fornito da loro, purtroppo il bonifico torna indietro per errata intestazione.

Arriviamo al 24 maggio, faccio il bonifico per il saldo della carta e lo stesso giorno trovo nella posta due lettere ordinarie, una con l'estratto conto dove il 9 maggio avevano pagato ancora l'utanza di sky, l'altra lettera sempre ordinaria con la sospensione della carta più la comunicazione che se non pagavo mi avrebbero segnalato alla CAI.

Mando e-mail del pagamento effettuato ma purtroppo vengo a sapere dalla banca l'avvenuta trascrizione alla CAI.

Come posso fare per cancellare tale iscrizione?

Risposta di Giorgio Martini
31 maggio 2016 at 14:28

L'iscrizione nella Centrale di Allarme Interbancaria (CAI) per revoca dall'utilizzo della carta di credito dura due anni.

Diversamente dagli assegni (dove il soggetto iscritto non può più utilizzare assegni per il periodo di 6 mesi), l'iscrizione relativa alle carte di pagamento ha valore soltanto informativo: ciascuna emittente può quindi autonomamente decidere se rilasciare o meno una carta a un soggetto iscritto nel segmento carte di credito della CAI.

La cancellazione è automatica trascorsi 24 mesi dalla segnalazione.