Interessi passivi mutuo pagati dai miei suoceri che non possono essere detratti

Domanda di ducati1983
29 gennaio 2015 at 15:52

Salve a tutti, spero possiate chiarirmi, grazie alle vostre competenze, una situazione: nell'aprile del 2011 ho stipulato un mutuo (tramite Poste/Deutch Bank) per l'acquisto della casa, insieme a mia moglie.

Naturalmente, nonostante avessimo 2 contratti a tempo indeterminato, hanno preteso 2 garanti (i miei suoceri) e, come se non bastasse, un fideiussore. I miei suoceri nell'atto di mutuo risultano come cointestatari, ma l abitazione è intestata a me ed a mia moglie. Nel 2013 e nel 2014 mi sono arrivate 2 cartelle esattoriali da Equitalia (relative al 2011 ed al 2012) riguardanti gli interessi passivi del mutuo (che avevamo scaricato durante la fase di compilazione del 730). Ho chiesto informazioni ad amici commercialisti e mi hanno detto che era dovuto al fatto che, essendoci i cointestatari del mutuo (nell'atto), io e mia moglie (ora disoccupata ed in comunione dei beni) non potevamo scaricare tutta la percentuale degli interessi passivi, ma solo una parte a noi spettante. Però, i miei suoceri, non essendo proprietari dell'immobile, non possono scaricare la loro percentuale, e quindi, quella parte degli interessi del mutuo (a noi spettante) dove fa a finire? Spero di essere stato chiaro nella spiegazione.. un saluto a tutti.

Risposta di Stefano Iambrenghi
29 gennaio 2015 at 16:38

Si tratta di detrazioni degli interessi passivi dei mutui concessi per l'acquisto di immobile da destinare ad abitazione principale.

E' dunque evidente che non possono fruire delle detrazioni coloro i quali (come i suoi suoceri) hanno contratto il mutuo senza finalizzare l'acquisto della casa.

Ciascun comproprietario (anche dell'1%) dell'immobile per cui è stato erogato il mutuo può detrarre gli interessi passivi rispetto alla propria quota di contitolarità del mutuo.

Se il mutuo è cointestato con il coniuge fiscalmente a carico e questi è anche comproprietario dell'immobile, il coniuge che sostiene interamente la spesa può fruire della detrazione per entrambe le quote di interessi passivi.

Delle detrazioni di cui i suoi suoceri non possono fruire ne beneficia, naturalmente, lo Stato. Ma, bisogna aggiungere che, della sua situazione, i veri colpevoli sono i funzionari della banca che, pur di concludere un contratto con tutte le garanzie possibili, non le hanno chiarito che la detrazione degli interessi passivi era limitata solo alle quote del mutuo intestate a lei e sua moglie.