Ingiunzioni di pagamento per verbali di multa non ricevuti

Domanda di Kenneth Cahoon
28 gennaio 2016 at 06:55

Io ho ricevuto una ingiunzione 3966 con data 15/01/2016 per non avere pagato due verbali che non ho mai ricevuto in 2012.

I verbali sono stati mandati a Milano ma non sono mai arrivati a me che non c'ero più a Milano ma a Londra.

Avevo inoltrato la mia posta e così ho ricevuto due verbali 2145 e 2149 come sanzione per non aver pagato i verbali originali che non ho ricevuto.

Ho pagato questi verbale pre €600 pensando che comprendeva anche il pagamento dei verbali originali con la sanzione.

Ma mi dicono che non è così. Comunque, non avrei potuto pagare i verbali che non avevo. I verbali sono rimasti con il comune di Milano fino a adesso che ho scritto a San Giovanni in Persiceto che mandato i verbali chiedendo spiegazione e mi hanno mandato i verbali originali dicendo che devo pagare anche questi insieme con l'ingiunzione. In più, mi dicono che esiste un altro verbale che non ho pagato ma non ho mai ricevuto neanche questa prima di ieri. Questa incluso nel email con l'altri verbali che non ho mai ricevuto prima di ieri.

Così dovrei pagare €1084 per l'ingiunzione e €635 per i tre verbali. E mi scrive che stanno preparando un altro ingiunzione per il terzo verbale.

Posso contestare tutto questa visto che non ho mai ricevuto notizie delle verbale prima di ieri anche se loro hanno ricevute di notizia da Milano ma non firmati da ma solo dal comune di Milano.

Mi sono inscritto a AIRE perché sono cittadino Italiano ma con la date di 30.10.2013, prima avevo inoltrato la mia posta come dicevo.

Risposta di Annapaola Ferri
28 gennaio 2016 at 07:07

Il servizio seguimi per l'inoltro della corrispondenza offerto da Poste Italiane non serve anche le notifiche con raccomandata AR che richiedono la firma per ricevuta da parte del destinatario o da altro soggetto legittimato.

Ne deriva che i verbali di multa sono stati correttamente notificati per compiuta giacenza.

Peraltro, l'iscrizione all'AIRE è stata effettuata solo nell'ottobre 2013, motivo per il quale risultano corrette tutte le notifiche di atti perfezionati dalla Pubblica Amministrazione presso il vecchio indirizzo in Italia.