ingiunzione di pagamento da ICA entro 30 gg pena atto esecutivo

Domanda di ale2054
3 dicembre 2014 at 18:59

Mi è arrivata una ingiunzione di pagamento dalla ICA di La Spezia per due multe non pagate prese a Rivoli nel 2012.

Chiedono di pagare 297 euro entro 30 gg in difetto del quale effettuaranno oppurtuni atti esecutivi quali pignoramento presso terzi, fermo veicolo etc etc. Premesso che io voglio pagare, non sono un evasore ed ho sempre pagato tutto, purtroppo non riesco a pagare entro 30gg.

Li ho chiamati per chiedere una rateizzazione e mi hanno detto che, essendo il debito di 300 euro, per rateizzarla è necessario pagare un anticipo di 100€ su bollettino in bianco e inviare la ricevuta via mail esponendo le ragioni e la data ultima entro il quale si riuscirà ad effettuare il saldo, attendendo il bollettino precompilato con il saldo in risposta dalla società (Nel mio caso riuscirei a saldare entro fine gennaio).

Ma tutto ciò, è legale? Questa ICA può effettivamente pignorarmi l'auto? (L'auto è intestatata a mia madre, le multe le ho prese io quindi vorrei evitare...).

Suppongo si possano attaccare al fermo dell'auto visto che è nuova e quindi di buon mercato, anche perchè non abbiamo immobili di proprietà, né conti correnti cospicui (mia madre è insegnante precaria e ha a carico mio fratello minorenne e me che sono studente universitario).

Faccio cosa giusta ad pagare 100 euro su un bolletino in bianco su accordi bonari? Cosa mi garantisce che costoro non facciano finta di nulla e proseguano con atto esecutivo.

In tal caso, ciò avverrebbe dopo ulteriori avvisi rispetto al decreto oppure possono farlo immediatamente allo scadere del 31esimo giorno di mancato pagamento? Questa storia mi sta alquanto preoccupando. Ringrazio chiunque mi possa dare una risposta.

Risposta di Annapaola Ferri
3 dicembre 2014 at 19:29

Dovrebbe trattarsi, è dato di capire, di una ingiunzione fiscale per l'omesso pagamento di due verbali di multa, la cui riscossione coattiva è stata affidata ad una società privata che svolge il ruolo di esattore per il Comune di La Spezia.

Effettivamente, per la rateazione di questo tipo di debito, non è prevista una rata di importo inferiore a 100 euro.

Il suggerimento, se proprio non riesce a saldare l'importo in un'unica soluzione, è quello di recarsi presso gli uffici ICA, presentare una formale istanza di rateazione e regolare, ad accoglimento della richiesta, il pagamento della prima rata direttamente allo sportello.

Lasci perdere bollettini in bianco (che non si sa mai dove vanno a finire) ed e-mail che non hanno alcun valore legale.

L'unica azione esecutiva, non diseconomica per il recupero di un credito di 300 euro, è la disposizione di un fermo amministrativo sul veicolo a bordo del quale sono state commesse le infrazioni.

Il pagamento della prima rata del piano di rateazione sospende, comunque, qualsiasi eventuale azione esecutiva nei confronti del debitore.