Ingiunzione di pagamento

Domanda di lino2307
27 febbraio 2016 at 16:33

Il 22/01/2016 mi è arrivata per A/R questa ingiunzione di pagamento da ICA srl di La Spezia per tre multe prese nel 2014 e non pagate in quanto perse durante trasloco casa.

Premetto che non ho mai ricevuto niente prima da Equitalia: anzi sono entrato sul sito di Equitalia per vedere quali cartelle non erano state pagate ed eventualmente chiedere la rateizzazione. Comunque ho mandato una mail a ica.....@icatributi.it per chiedere la rateizzazione visto che l'importo complessivo è di 850,00€ comprensivi di maggiorazione e recupero spese.

Mi hanno risposto sempre per email che hanno accettato la rateizzazione solo per pagamento in 4 rate, ciascuno da 233 con relativi bollettini precompilati di cui la prima scade il 29/2/2016.

Ho riscritto di nuovo a loro chiedendo se cortesemente mi potevano fare una dilazione almeno su 8 rate per problemi economici, specificandogli il motivo. A tutt'oggi non ho avuto nessuna risposta da parte loro.

Io mi chiedo il perchè non rispondono visto che a domanda è educazione rispondere. E poi perchè Equitalia ha dato incarico a I.C.A. che non è altro che un recupero crediti? Inoltre con Equitalia potevo raggiungere una dilazione un po' più lunga. In poche parole mi sembra che siamo caduti dalla padella alla brace!!!!!

Chiedo cortesemente delucidazioni in merito nel senso che è normale che questa agenzia fa quello che vuole e non risponde nemmeno? Tutto questo è lecito?

Premetto che ho sempre pagato le mie cartelle. Cosa posso fare adesso visto che non rispondono alla mia seconda mail?

Risposta di Simone di Saintjust
27 febbraio 2016 at 16:47

ICA è, evidentemente, la società a cui il Comune di La Spezia ha affidato la riscossione coattiva delle sanzioni amministrative.

Equitalia non è più della partita: sul fatto che si sarebbe caduti dalla padella alla brace lo abbiamo scritto in epoca non sospetta più di due anni fa quando il gregge, ammaestrato dai mass media e dai demagoghi di partito, belava identificando nella concessionaria di stato l'origine di tutti i mali senza capire un dato elementare, cioè che il problema stava tutto nel livello insopportabile di tassazione imposto da una classe politica corrotta ed incapace e che le procedure di riscossione adottate da Equitalia sono quelle dettate dalla legge. E le leggi chi le scrive?

Ritornando al suo post, le ricordo che si dice che domandare è lecito, rispondere è cortesia. Non si comprende poi che cosa avrebbe voluto ricevere ancora, se non un'ingiunzione di pagamento, dopo che, come lei stesso ammette, ha smarrito durante il trasloco i verbali di multa che, naturalmente, non sono stati pagati.

Quello che può fare adesso, se non sono ancora scaduti i termini, è accettare la rateazione in 4 rate e pagarne la prima.