In Italia solo cartelle esattoriali di Equitalia - Ho deciso di ritornare in Serbia

Domanda di Nikola
23 giugno 2016 at 09:55

Ho circa 3 mila euro di debito con Equitalia e ho deciso di andare via dall'Italia e rifarmi una vita in Serbia: io ho la doppia cittadinanza quindi sono italiano e anche serbo.

In Italia non ho nulla, sono nullatenente. Niente proprietà, niente auto, solo debiti per i quali agisce Equitalia.

Avrei alcune domande: in Serbia mi sono iscritto all'AIRE. Posso avere dei problemi con Equitalia, continueranno a perseguitarmi? Dovrei cancellarmi dall'AIRE?

I miei parenti in Italia, possono avere dei problemi? I debiti andranno in prescrizione?

Avete qualche consiglio?

Risposta di Paolo Rastelli
23 giugno 2016 at 10:08

I paesi che fanno parte della comunità europea hanno da tempo stipulato un accordo di mutua assistenza per la riscossione coattiva di crediti fiscali e contributivi. Ma, alla Serbia questo accordo non è applicabile, come risulta qui.

In quanto anche cittadino italiano, lei ha l'obbligo di iscrizione all'AIRE. I suoi parenti residenti in Italia non potranno subire conseguente per i debiti esattoriali di cui lei è patrimonialmente responsabile.

Un credito va in prescrizione se e solo se il creditore si disinteressa del suo recupero, ad esempio non inviando periodicamente una comunicazione interruttiva dei termini di prescrizione all'ultimo indirizzo noto del destinatario. Notifica che, lo ricordiamo, si perfeziona anche per compiuta giacenza, in occasione di temporanea (o permanente) irreperibiltà del destinatario.