Accettazione eredita

Domanda di utente
2 ottobre 2011 at 07:02

Premetto che mio padre è deceduto nel 2002 e io e mio fratello abbiamo accettato l'eredita cioè l'abitazione in cui viviamo.

Solo ieri riceviamo una raccomandata intestata a mio padre da una banca che intima la restituzione di 16.000 € che gli erano dovuti.

Immagino che il suo debito personale vada quindi agli eredi come ho letto qua e là. Ma ciò che mi sembra strano è che sia passato tutto questo tempo. Possiamo contestare la richiesta? O almeno cercare di negoziarla?

Poichè noi non disponiamo di tale somma , il mio stipendo non me lo permette e mio fratello è disoccupato.Possono intaccare il mio stipendio se mi rifiutassi di pagare?

Risposta di Carla Benvenuto
2 ottobre 2011 at 07:04

Purtroppo il pagamento è dovuto, in quanto la prescrizione non è intervenuta (sarebbe stata decennale) ed avete accettato l'eredità.

Lo stipendio purtroppo in questi casi è pignorabile, previo ottenimento di un titolo esecutivo (decreto ingiuntivo).

La cosa migliore è che cerchiate un accordo bonario con la banca, per esempio per l'ottenimento di un piano di rientro agevolato.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Approfondimenti e integrazioni

Briciole di pane

Altre info