il contratto a tempo determinato

Domanda di paolop
24 settembre 2011 at 16:49

Vorrei sapere quale sia il termine entro cui l'azienda debba pagare le spettanze ad un dipendete a cui è scaduto un contratto a tempo determinato.
Nello specifico ho terminato il contratto a metà luglio (15) con un credito totale di circa 4800 € fra tfr, mensilità (15gg) ferie, 730 e 13a.
Mi è stato dato un anticipo tramite bonifico di 2000 € il giorno 16 di Agosto.
Ad oggi (24/09) i restanti 2800 € non mi sono ancora stati saldati.
Ho già sollecitato ma l'ex datore glissa non rispondendo al telefono etc etc.
Quali sono i termini di legge quindi entro cui il datore deve saldare il debito nei miei confronti ?

Risposta di Chiara Nicolai
25 settembre 2011 at 08:19

Per ottenere il provvedimento del Giudice favorevole al dipendente è necessario depositare un ricorso per decreto ingiuntivo, con allegato il cedolino paga non saldato.

Il ricorso deve essere sempre sottoscritto da un avvocato. Ma lei può ricorrere al gratuito patrocinio, ad un patto di quota lite o al compenso forfetario.

La materia e le strategie di approccio al recupero coattivo dei crediti di lavoro sono troppo diversificate per poterle esaurire in un post.

Ed allora, si può iniziare dalla lettura di questa guida:

come recuperare i crediti di lavoro