Estratto conto equitalia parente defunto

Domanda di stedu
11 luglio 2014 at 13:15

Giorni fa ho trovato nella mia cassetta delle poste un avviso di cortesia per un atto MOF indirizzato ad un mio zio (che viveva nell'appartamento nel quale vivo io) "e per esso agli eredi". Mi sono recato alle poste per ritirarlo e mi hanno detto che la consegna a persona diversa dal destinatario può avvenire solo presso l'indirizzo a cui è stato spedito.

Allora ho chiamato Equitalia per capire almeno di cosa si tratta e mi hanno detto che recandomi in uno dei loro sportelli nella provincia di residenza del destinatario dell'atto sarebbe stato possibile ricevere informazioni sulla sua situazione (magari esibendo un certificato di morte e un atto che dimostri la qualità di erede, ad es la successione).

Allo sportello Equitalia però mi hanno detto che non basta, è necessaria la delega di tutti gli altri eredi... Uno di questi però è deceduto e con gli altri ci sono problemi proprio legati alla successione.

Possibile che sia così difficile voler accedere a una pratica per conoscere ed eventualmente regolarizzare la propria posizione o quella di un defunto di cui si è eredi?

Risposta di Ludmilla Karadzic
11 luglio 2014 at 13:44

Purtroppo è così e c'è poco da fare: l'atto indirizzato al de cuius deve essere notificato ad un avente diritto, ed il chiamato all'eredità non lo è, potendo egli, in sede di successione, rinunciare all'eredità senza beneficio d'inventario.

Inoltre, l'atto, una volta perfezionata la successione, deve essere notificato a tutti gli eredi, fra i quali dovrebbero essere ricompresi anche gli eventuali eredi del chiamato nel frattempo defunto, che abbiano accettato l'eredità del loro congiunto senza riserve o con il beneficio di inventario.

Una volta acquisita la qualità di erede, invece, lei potrà prendere visione della eventuale situazione debitoria del de cuius, presso Equitalia, senza il necessario coinvolgimento degli altri eredi.