Equitalia rateizzazione e azione revocatoria

Domanda di maya63
28 aprile 2015 at 17:00

In seguito alla morte di mia madre erediterò con mia sorella e mio padre una quota dei 2 immobili intestati a mia madre. Non ho ancora fatto la successione in quanto ho un debito con Equitalia legato alla mia ex attività ed ora per evitare rischio di iscrizione ipotecaria ho chiesto ed ottenuto la rateizzazione del debito che mi tutela dalla possibilità dell'iscrizione ipotecaria stessa.

Uno dei due immobili era però stato messo in vendita quando mia madre era ancora in vita e ad oggi era stata accettata dai miei la proposta di acquisto degli acquirenti che però, saputo dei miei debiti con Equitalia oggi vorrebbero acquistare a patto che io saldi il debito interamente all'atto di compravendita. Ho spiegato loro che la rateizzazione esclude il pericolo di iscrizione ipotecaria ma loro temono comunque una possibile azione revocatoria.

Io non posso pagare il debito tutto insieme: esiste una clausola da inserire nell'atto di compravendita che li tuteli da una azione revocatoria che potrebbe verificarsi solo se io smettessi di pagare le rate? Grazie

Risposta di Giovanni Napoletano
28 aprile 2015 at 17:04

Il notaio dovrebbe spiegare all'acquirente che l'azione revocatoria dell'atto di compravendita dell'immobile è inammissibile se il terzo compra a prezzo di mercato; se non c'è relazione di parentela o affinità fra chi compra e chi vende; se il passaggio di denaro è trasparente e documentato (non c'è dissimulazione); e se l'immobile acquistato è adibito ad abitazione principale dell'acquirente (deve eleggervi residenza chi compra oppure il suo coniuge o i figli).