eccesso di debiti con carte e disoccupazione (3)

Domanda di Sarama
13 giugno 2012 at 12:51

Scusate se insisto con le domande, ma purtroppo non avendo mai avuto problemi di questo tipo siamo un po' preoccupati.

Dunque se si decidesse di non pagare più questi bollettini delle carte di debito potrebbe essere trattenuto 1/5 sullo stipendio di mio padre giusto?

Altrimenti vedere i contratti delle carte cosa prevedono come assicurazione giusto?

Risposta di Genny Manfredi
13 giugno 2012 at 13:26

Il pignoramento del quinto dello stipendio di suo padre è nel novero delle possibilità. Non è detto che ciò accada, anche perchè per ottenerlo bisognerebbe dimostrare che la gran parte degli acquisti effettuati siano riconducibili a soddisfare esigenze familiari.

Con il prelievo di cash è praticamente impossibile sostenere l'assunto. Ma il finanziamento di viaggi di piacere per l'intera famiglia, piuttosto che da sola o con l'amante, o di rette per lo studio dei figli piuttosto che una borsa di Vuitton potrebbero far propendere a ritenere certo quanto asserito dal creditore.

In un periodo in cui le finanziarie sono pressoché alla canna del gas per l'aumentare dei crediti inesigibili, o quasi, va considerato anche questo scenario, seppur improbabile.

L'ipotesi "nefasta", fra l'altro, potrebbe rappresentare uno stimolo per il debitore a non restare inerte ed a verificare, quindi, le condizioni contrattuali: se l'assicurazione è prevista, se copre lo stato di disoccupazione sopravveniente per il titolare della carta ( non imputabile a licenziamento volontario o per giusta causa)  se l'indennizzo è stato corrisposto alla finanziaria.

Accade talvolta che l'assicurazione non paghi senza sollecitazioni perentorie (lo sappiamo bene) oppure che la finanziaria riceva l'indennizzo ma poi venda comunque la pratica a società di recupero crediti.

E' bene informarsi.