Indennità di disoccupazione e debiti con Equitalia

Domanda di frankrd80
3 febbraio 2016 at 18:53

Ho lavorato per 13 mesi e adesso, per motivi di scarso lavoro, sono stato licenziato: quindi ho fatto domanda per la NASPI.

Siccome mi trovo in una posizione debitoria, verso Equitalia e di conseguenza inps, vorrei chiedervi:

1- L'inps me l'acceterà la domanda?
2- Equitalia mi bloccherà il conto (visto che ho dovuto dare un codice IBAN di una carta ricaricabile) o la disoccupazione?
3- In caso Equitalia mi blocca la carta e/o la disoccupazione come devo comportarmi?

Ho letto nel sito che c'è un minimo vitale giusto?

Risposta di Patrizio Oliva
3 febbraio 2016 at 19:05

Se lei è in regola con i requisiti che danno diritto all'indennità di disoccupazione, non è certamente la posizione debitoria in essere con INPS ed Equitalia che le impedirà di accedere alla prestazione di sostegno al reddito.

Non è escluso che Equitalia possa procedere al pignoramento del conto corrente, ma, per legge, non potrà toccare l'ultimo accredito dell'indennità di disoccupazione.

Per quanto attiene il pignoramento dell'indennità di disoccupazione non è previsto il minimo vitale, riservato esclusivamente all'eventualità di un pignoramento della pensione. Ma, la buona notizia è che per un'indennità di disoccupazione fino a 2.500 euro la quota prelevabile è del 10%.