diritto di difesa?

Domanda di dambro
24 novembre 2011 at 21:09

anno 1996 acquisto macchina nuova usufruendo (credo)degli incentivi (rottamazione)per esenzione bollo per anni due.anno 1998 la regione notifica atto di accertamento e contestuale irrogazione di sanzione per mancato pagamento bollo anno 1996.allegato all'accertamento di cui sopra, la modulistica riferita alla documentazione di autotutela che viene regolarmente spedita con le argomentazioni e documentazioni ritenute necessarie, comprensive di dichiarazione del concessionario auto. anno 2011 equitalia iscrizione a ruolo per il bollo anno 1996.domanda: era dovere, da parte della regione, dare seguito,positivamente o negativamente,alla documentazione di autotutela presentata nel 1998? se si il ruolo può essere impugnato ed annullato? se no..a che serve l'autotutela? grazie dell'attenzione.

Risposta di Marzia Ciunfrini
24 novembre 2011 at 21:46

Ha ragione. L'autotutela - così come è congegnata - è, molto spesso, una fregatura per il contribuente.

Non si tratta di una procedura formalizzata, non è applicabile ad essa il principio del silenzio assenso e per evitare problematiche come la sua è necessario seguire la pratica, costantemente.

Se non si ottiene una risposta positiva, nero su bianco, in tempo utile, bisogna presentare ricorso giudiziale prima che scada il termine dei sessanta giorni dalla notifica dell'accertamento.