Difficoltà a gestire prestiti e pagamenti

Domanda di ERCOLE72
15 settembre 2011 at 17:06

Siccome adesso sono 4 mesi che ho sospeso i pagamenti con agos che ho pagato regolarmente dal 2008 rata di 410 e compass che ho pagato dal 2010 rata di 340.

Dopo 2 raccomandate dove spiegavo dettagliatamente la mia impossibilità di continuare a pagare per una questione di sopravvivenza della mia famiglia ho 3 figli e mia moglie casalinga le quali sapevo che andassero disattese. L'altro ieri è venuto un esattore della Compass a casa gli ho spiegato la situazione e gli ho detto che aspettavo gli eventi.

Adesso non vedo l'ora che mi faccino questo benedetto decreto ingiuntivo in modo da chiudere la vicenda una volta e per sempre.

Riepilogo: stipendio statale 1350 già detratto da cessione e delega Agos 410 Compass 340 Compass 70 Neos 80 Carta Unicredit 100 Carta Compass 90 Agos 20 Tot.

1110 Euro fisse mensili + utenze, Condominio, e cosa + importante FARE LA SPESA SIAMO SEMPRE 5 PERSONE più IL CANE. Di tanto intanto riesco a raccimolare 300 /400 euro al mese con dei lavori exstra ma sfortunatamente non è sempre.

La casa dove risiediamo fortunatamente è di un mio zio che per ora non pago l'affitto. Altri beni non ne abbiamo.

Proprio per dimostrare al giudice la mia volontà di onorare i prestiti, continuo a pagare le rate piccole anche se conscio che ormai non serve + a nulla .

Gentile dott. cosa ne pensate? Mi conviene farmi pignorae il 5* dello stipendio?

Risposta di Simone di Saintjust
16 settembre 2011 at 02:34

La faccio breve. Ove mai il giudice dovesse decidere sul pignoramento del suo stipendio, la quota pignorabile del quinto, più la cessione già in essere, non potranno superare la metà dello stipendio.

Il pignoramento del quinto dello stipendio è comunque il massimo che il giudice può decretare. In presenza di situazioni di particolare disagio la quota pignorabile può anche essere minore.

Se lei ha rappresentato dettagliatamente la sua attuale condizione economico patrimoniale all'esattore, non credo che la Compass riterrà conveniente agire in giudizio.

In ogni caso le suggerisco di presentare opposizione ad una eventuale richiesta di decreto ingiuntivo, in modo da consentire al giudice di poter mitigare la portata del suo intervento sulla base dei dati oggettivi che lei potrà fornire.