Devo fidarmi delle rassicurazioni della banca?

Domanda di isa1
10 ottobre 2016 at 19:31

Ho chiesto alla banca la rateizzazione della carta di credito, ma essendo iscritta in crif, la banca sta valutando la situazione, e, dopo 2 settimane dalla richiesta oggi mi chiamano e mi chiedono un certificato dello stato di famiglia in bollo.

Mi chiedo a cosa possa mai servire alla banca e Vi chiedo se avete Voi conoscenza del perchè la banca lo chieda. Premetto che ho fatto presente alla banca che non avendo purtroppo la possibilità di coprire il debito di circa 2.700 euro, chiedo che venga rateizzato in tre anni e io restituisco la carta.

La banca intanto prende tempo e, nel frattempo il conto corrente è bloccato. La mia preoccupazione è che quando, intorno al 2 del prossimo mese ci sarà l'accredito dello stipendio, esso venga bloccato per intero (a parziale copertura della carta), quindi ho fatto presente il problema alla banca che mi ha detto di non preoccuparmi, perchè nel caso la rateizzazione non venisse accettata, la banca non tratterrebbe per intero lo stipendio, ma solo una parte (non specificando quando) e, il restante potrei prelevarlo allo sportello.

Sono molto indecisa sul da farsi, e Vi chiedo consiglio: trasferire da subito lo stipendio in un altro conto (ammesso che faccia ancora in tempo per il prossimo 2 novembre) o credere alla banca che afferma che lo stipendio non può essere prelevato per intero?

Risposta di Lilla De Angelis
10 ottobre 2016 at 19:32

Al suo posto io avrei già aperto un altro conto corrente e comunicato al datore di lavoro le nuove coordinate per l'accredito dello stipendio.