decreto ingiuntivo dalla Croazia per ticket parcheggio non pagato

Domanda di enrico8
13 marzo 2015 at 08:19

In data 12/03/15 mi è stato notificato, tramite raccomandata, un decreto esecutivo di pagamento richiesto da un avvocato croato e rilasciato da un notaio dello stesso paese riguardante un ticket di parcheggio non pagato nell'agosto 2010.

Lo deduco dalla presenza della targa della mia autovettura e dal nominativo del presunto creditore: Pag II d.o.o. - 23250 Pag (HR) Ulica Zadarska 4, paese nel quale, faccio presente, non mi sono mai recato (!!!).

L'atto è redatto in croato con traduzione asseverata. Mi chiedono di versare €. 187,34 entro 8 giorni decorsi i quali il decreto diverrebbe esecutivo con possibilità di pignoramento dei miei beni.

Viene offerta possibilità di fare opposizione entro 8 giorni, opposizione da indirizzarsi al notaio, con la precisazione che competente a decidere sarebbe il Tribunale (la cui sede non viene specificata). E' realmente un decreto esecutivo? E' efficace in Italia? In Croazia i notai sono competenti ad emettere decreti ingiuntivi di pagamento?

Cosa devo fare?

Risposta di Ludmilla Karadzic
13 marzo 2015 at 08:27

Si tratta, purtroppo, di domande alle quali non siamo in grado di dare risposta. Nel suo resoconto emerge un solo dato di novità, rispetto a precedenti post sul medesimo argomento: la possibilità di presentare ricorso, benché non ad un Tribunale, ma ad un notaio. Stranezze, forse, del diritto croato e comunque in linea con un rilevante profilo di scorrettezza nei confronti dell'intimato debitore.

Non ci resta che invitarla a leggere quanto già discusso in altri topic.