debito e cartelle equitalia vecchia società (3)

Domanda di babbababba
30 luglio 2012 at 07:29

Mio marito ha chiesto un estratto conto personale e mio suocero un estratto conto della snc ormai estinta ad equitalia e abbiamo notato che dal 2010 le cartelle di mio marito sono aumentate perchè molte che erano sull'estratto conto della ditta sono passate anche a nome suo (ma non tutte)... sull'estratto conto personale non c'è nessuna data di notifica mentre su quello della società risultano tutte notificate e da quel giorno lievitate con gli interessi...

le cartelle della società riportano l'indirizzo della vecchia società estinta, tuttavia quell'indirizzo constituisce nuova sede ditta individuale di mio suocero, in questo caso immagino che non esista vizio di notifica, è corretto?

E se mio marito pagasse le sue cartelle potrebbero un domani venirgli a chiedere la restante parte costituita da interessi di cui lui non era a conoscenza dato che quelle cartelle sono solo state notificate alla ditta?

Perchè dopo un po' di tempo ci ritroviamo su quello personale anche quelle della ditta? E' magari un modo per evitare prescrizione delle cartelle della ditta già notificate che automaticamente tra un po' verranno anche a lui personalmente notificate? Ma non è sbagliato? se le rinotificano a mio marito non possono mica calcolare altri interessi...

Risposta di Genny Manfredi
30 luglio 2012 at 09:50

Per chi si fosse posto solo ora all'ascolto su queste frequenze, precisiamo che si tratta del prosieguo di una chilometrica discussione, di cui questa è la penultima puntata.

All'estenditrice dei post su "debito e cartelle equitalia vecchia società" la preghiera di inserirli nella sezione corretta, altrimenti saremo noi a spostarli.

Dunque, vale la pena, forse, fare una piccola premessa a chiarimento. Giusto per sgombrare il campo da equivoci ed evitare di continuare a discutere di lana caprina o del sesso degli angeli.

Nelle società di persone i soci rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni sociali, cioè per i debiti contratti nell'esercizio dell'attività sociale.

Ciò significa che per i debiti sociali i soci rispondono con tutto il patrimonio personale e non soltanto con il proprio conferimento (responsabilità illimitata), e inoltre che i creditori della società, possono rivalersi, per l'intero ammontare dei loro crediti, sul patrimonio di uno qualunque dei soci, i quali rispondono l'uno per l'altro (responsabilità solidale).

Questo tipo di responsabilità nasce dal fatto che le società di persone non sono dotate di personalità giuridica e pertanto le obbligazioni sociali si ricollegano direttamente ai soci, che sono i veri debitori.

Ed allora, non esistono cartelle esattoriali della società s.n.c.. Esistono le cartelle esattoriali di suocero e marito (padre e figlio). Le quote societarie non hanno alcun valore, se non quello per ripartirsi gli utili e nel caso specifico i debiti all'interno del sodalizio.

Ad Equitalia non interessa come ciò avverrà. L'esattore sceglie a chi addebitare le cartelle esattoriali e nei confronti di chi promuovere le azioni esecutive, con pignoramento ed espropriazione dei beni di proprietà dello sfortunato prescelto. Saranno poi suocero e marito (padre e figlio) a litigare su come distribuire i danni subiti in conseguenza all'azione esecutiva che sarà ricaduta sull'uno o sull'altro. Ed eventualmente, a rivolgersi al Tribunale per regolare il contenzioso.

Gli interessi dei debiti iscritti a ruolo continuano a "correre" anche dopo la notifica e fino al pagamento o alla vendita all'asta dei beni pignorati. Non ha alcun senso, allora, discutere sulle problematiche di interessi legati o meno ad una rinotifica.