DEBITO CON CONSUMIT

Domanda di Simo Artemisia
22 febbraio 2015 at 22:58

Sono indietro con il pagamento di tre rate della consumit (300 euro cad). Ho perso il lavoro sei mesi fa ed ora ho ricominciato lentamente a lavorare. ho inoltre deciso di mettermi in proprio ed aprire una attività di artigianato. Inizialmente la consumit mi chiamava tutti i giorni ed ora non più.

A questo proposito ho letto della legge sulla ristrutturazione del debito. Può essere uno strumento utile nel mio caso? Potrei invece provare a congelare il debito per qualche mese, quali sono le possibilità a riguardo? Tendenzialmente vorrei pagare il debito ma non posso neppure strozzarmi in un momento nel quale sto cercando di reinvestire la mia professionalità.

Ps. faccio la restauratrice ed il mercato è ancora in crisi per noi.

Risposta di Lilla De Angelis
22 febbraio 2015 at 23:06

Inutile chiedere ristrutturazioni o sospensioni del rimborso del debito: le finanziarie fanno orecchie da mercante da questo punto di vista.

Se proprio dovesse trovarsi in difficoltà, può smettere di pagare. A questo punto gli scenari possibili sono due.

La Consumit preferisce mettere a perdita il suo credito, lo cede ad una società di recupero crediti (se non lo ha già fatto) e lei avrà, fra qualche tempo, la possibilità di chiudere la posizione con un accordo a saldo stralcio, con una notevole riduzione dell'importo capitale e degli interessi dovuti.

La Consumit decide di procedere giudizialmente, attenderà un suo impiego di una certa stabilità ed avvierà il pignoramento dello stipendio presso il datore di lavoro nella misura del 20%.

La prima ipotesi è quella che quasi sempre si verifica.