Debiti Equitalia e banche - Vorrei espatriare, ma ho paura di essere aggredito pure all'estero

Domanda di Alfonso
23 luglio 2015 at 13:01

Vi scrivo per avere informazioni riguardo la possibilità di espatriare per ricominciare da zero. Attualmente sono gravemente indebitato sia verso Equitalia che diverse Banche. Vi chiedo se vi è la possibilità di andare negli Stati Uniti o in Canada e risultare pulito non aggredibile dal fisco italiano e dalle banche.

Risposta di Lilla De Angelis
23 luglio 2015 at 13:16

Impossibile rispondere alla sua domanda: l'espatrio, anche se in paesi non compresi nella comunità europea (per i quali, invece, sono state messe a punto procedure semplificate per il recupero crediti) non garantisce di per sé l'impossibilità di essere raggiunti da azioni esecutive.

L'iscrizione all'AIRE rende fattibile la rintracciabilità del debitore e, comunque, la convenienza economica per il creditore di avviare un'azione esecutiva all'estero (pignoramento di conti correnti, di immobili, di corrispettivi) finalizzata al recupero del dovuto dipende indissolubilmente dall'entità dell'esposizione debitoria.