gravi problemi economici

Domanda di utente
15 febbraio 2012 at 21:57

Siamo una società in nome collettivo formata da padre e tre figli tutti sposati e nell'anno 2001 abbiamo chiesto per gravi problemi economici un concordato preventivo in tribunale che i nostri fornitori hanno accettato e le banche pure, eccetto una che si riservava di procedere per il recupero della somma restante (il 50%) verso i fidejussori(le mogli dei quattro soci.

Considerato che questa banca ha ricevuto 150.000.000 di lire a fronte di un debito di 300.000.000 di lire, può richiedere la somma residua ai fidejussori anche se questi hanno firmato per un importo massimo di 200.000.000?

Risposta di Marzia Ciunfrini
15 febbraio 2012 at 21:58

I fidejussori risponderanno nel limite della garanzia da loro prestata (200 milioni).

Vi consiglio di verificare che la fidejussione prestata non sia del tipo “omnibus”: la giurisprudenza recente considera questo tipo di fidejussioni come illegittime, potreste in questo caso – forse – contestare il pagamento alla banca.