Conto corrente e anagrafe tributaria

Domanda di google_user
12 giugno 2016 at 05:05

Vorrei chiedervi quante anagrafi esistono che censiscono i conti correnti (a volte la chiamano anagrafe tributaria altre volte anagrafe dei conti correnti) e se queste possono essere consultate da Equitalia o dall'ufficiale giudiziario in diretta?

Se io aprissi un conto oggi, lo potrebbero vedere?

Vi chiedo questo perché ho letto che le banche sono tenute entro fine marzo a comunicare all'agenzia delle entrate i conti correnti con il saldo dell'anno precedente. Quindi se ogni anno apro un conto nuovo non mi beccano?

Risposta di Annapaola Ferri
12 giugno 2016 at 05:41

Effettivamente, al momento in cui scriviamo, i dati relativi ad un conto corrente bancario o postale, aperto il primo aprile del 2016 verranno trasmessi all'Anagrafe Tributaria dell'Agenzia delle entrate, solo nei primi mesi del 2017.

Ma si tratta di procedure suscettibili di cambiamento in corso d'opera e nulla esclude che, nel breve periodo, la trasmissione dei dati possa essere attivata con una maggiore frequenza.

Fra le misure per la tutela del credito, nonché per la semplificazione e l'accelerazione del processo di esecuzione, contenute nel decreto legge numero 132 del 12 settembre 2014 del governo Renzi, particolarmente incisive risultano quelle che consentono, a creditori privati, banche e finanziarie, l'accesso all'Anagrafe Tributaria, alle informazioni riconducibili ai conti correnti del debitore e ai rapporti intrattenuti dal debitore con datori di lavoro o committenti.

Più in particolare, quella indicata come Angagrafe Tributaria è un complesso di archivi elettronici che contengono i le più svariate informazioni relative a ciascun cittadino, fra le quali, oltre ai beni mobili ed immobili detenuti, segnaliamo:

- Contratti di somministrazione di Energia Elettrica;
- Premi assicurativi pagati;
- Contributi previdenziali versati;
- Interessi passivi corrisposti;
- Contratti di Assicurazioni stipulati;
- Trasferimenti da e per l'estero di denaro, titoli e valori, nonché delle operazioni oggetto di regolarizzazione di attività detenute all'estero;
- Iscrizione in Albi, registri ed elenchi tenuti da ordini professionali;
- Utenze telefoniche;
- Utenze idriche;
- Utenze del gas;
- Estremi delle caselle di Posta Elettronica Certificata (indagini bancarie);
- Dati in materia edilizia (DIA, Permessi e atti di assenso) da parte degli uffici comunali;
- Somme di denaro erogate dagli operatori del settore delle assicurazioni per la liquidazione dei sinistri.