conseguenze nel mancato pagamento del mutuo e cessione del quinto

Domanda di ANTRA
14 maggio 2014 at 10:11

Da dicembre 2012 pago un mutuo per prima casa e ho sempre pagato regolarmente, ma credo di non riuscire più  a sostenerlo. Qualora dovessi decidere di non pagare più a quali conseguenze andrò  incontro? e il garante?  Per sentito dire pare che ci sia anche la trattenuta del quinto dallo stipendio e mi chiedo se io prima di sospendere il pagamento impegnassi la cessione del quinto con un'assicurazione sulla vita ad esempio?

 

Risposta di Ludmilla Karadzic
14 maggio 2014 at 10:43

Il primo rischio a cui lei va incontro è che la banca proceda a notificarle la decadenza del beneficio del termine (DBT).

Infatti, la banca può invocare come causa di risoluzione del contratto il ritardato pagamento quando lo stesso si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. A tal fine costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata.

La risoluzione del contratto comporta la decadenza del beneficio del termine (DBT) e la contestuale richiesta del rimborso del capitale residuo in un'unica soluzione.

Non adempiere al rimborso in un'unica soluzione del capitale residuo preclude all'avvio di una procedura esecutiva nei suoi confronti con il successivo pignoramento dell'immobile e conseguente espropriazione tramite vendita all'asta.

Solo se, dopo la vendita all'asta, l'importo ricavato non riuscisse a coprire il debito comprensivo di capitale residuo del mutuo, interessi e spese legali, allora la banca potrebbe avviare anche un'azione di pignoramento presso il datore di lavoro ottenendo una ritenuta pari al 20% dello stipendio netto (suo o del garante).

Non basta una cessione del quinto per impedire il pignoramento dello stipendio. La metà della retribuzione mensile è pignorabile e si riesce a coprirla solo in presenza di pignoramenti pregressi (per debiti con privati, altre banche e finanziarie, alimenti dovuti al coniuge separato).

Il suggerimento è quello di valutare con la banca se ci siano le condizioni per poter fruire della sospensione del pagamento delle rate del mutuo.