Come sapere se la procedura di notifica è corretta?

Domanda di Dario
20 settembre 2011 at 08:16

Salve,
Io sto cercando di ricostruire grazie al Vostro aiuto i precedenti di una multa che mi è arrivata dopo 4 anni,ovviamente raddoppiata ,maggiorata e ancora maggiorata.
Non avendo mai ricevuto questa multà vorrei capire come esser certo di aver ragione o meno.
Recandomi al comando di Polizia,l'unica cosa che hanno in possesso è la relata di notifica CAD.
Ho chiesto loro se avessero altre raccomandate che provino almeno un ulteriore tentativo di avviso nei miei confronti,e mi rispondono che non è una cosa che gli riguarda,al massimo se la procedura è corretta o meno spetta alle poste dimostrarlo,A LORO arriva solo e sempre una raccomandata,denominata CAD.
In una precedente risposta mi avete fatto sapere che deve essere l'ente impositore a provare il tutto,invece la Municipale si dice conforme a legge.
Mi sono recato in posta quindi,e ormai ,così mi dicono i responsabili,dopo 4 anni,non possono accedere più a nulla.
Insomma devo pagare questa multa,triplicata,senza mai averla vista prima,e questo sulla buona fede di un postino e di un polizziotto?
Cosa posso fare?
Spero possiate aiutarmi perchè realmente pagare questa cifra per me è attualmente una pugnalata,da 70 a 300.Che schifo.

grazie mille a tutti voi.

Risposta di Andrea80
20 settembre 2011 at 16:33

Personalmente credo che la risposta data dalla Polizia Municipale sia più o meno corretta. la CAD di cui parli, se non erro è la comunicazione di avvenuto deposito, cioè la polizia municipale ti ha inviato tramite raccomandata l'avviso, a casa non c'era nessuno e il giorno dopo Poste italiane ti ha inviato la famosa busta verde dicendo che il giorno x è stata depositato presso la sede poste competente l'avviso n°xxx ecc. ecc. il punto è capire se decorsa inutilmente la giacenza, la notifica si consideri perfezionata.