società piena di debiti

Domanda di chris2000
19 ottobre 2011 at 17:54

Mio fratello ed un socio erano proprietari di una snc piena di debiti verso banche , fornitori ed inps.
A marzo hanno ceduto le loro quote ad un terzo il quale si è accollato debiti e crediti ed ha trasformato, dopo 6 mesi, la snc in ditta individuale ed a quanto ne sò e scomparso...
Nel 2010 , tramite bonifici alla ditta ho versato 28000 euro , per aiutare mio fratello ; quest'anno ho versato altri 46000 euro sul conto personale di mio fratello per aiutarlo ad estinguere un'ipoteca sulla sua quota (1/6 ) della casa di famiglia.
Ad oggi l'ipoteca è estinta con tanto di liberatoria del creditore ma non cancellata.
Io rivorrei il prestito (totale 74000 euro) e volevo sapere se i bonifici effettuati a favore della ditta e personali ,possono figurare dal notaio, come il pagamento per la vendita di tale quota , anche se il loro scopo iniziale non era quello.

Preciso che il valore commerciale dell'immobile è 280000 euro e fino ad oggi non sono arrivate notifiche da parte di creditori ma sicuramente ne arriveranno da Equitalia per debiti degli anni passati.

Qualora riuscisse a cedermi la quota prima delle notifiche , sarei al sicuro da eventuali revicatorie?
E se la cessione avvenisse successivamente a delle notifiche?

Risposta di Simone di Saintjust
20 ottobre 2011 at 19:32

Già esiste un grado di parentela fra acquirente e debitore, inutile rendere le cose più complicate procedendo dopo eventuali notifiche effettuate da Equitalia per la riscossione dei debiti di suo fratello.

L'acquisto della quota può essere senz'altro perfezionata, tanto più che i trasferimenti in denaro ci sono stati. Si tratta di far trascrivere e registrare dal notaio accordi già presi attraverso, ad esempio, una scrittura privata.

Ma sempre, questo è il suggerimento, prima che Equitalia notifichi l'esistenza di debiti a suo fratello ed indirettamente anche a lei.