Cessione Quinto - Finanziaria non recupera il TFR da precedente azienda

Domanda di Cac0n182
14 luglio 2016 at 14:53

Ho effettuato una cessione del quinto con una finanziaria: successivamente ho cambiato azienda e speravo che ci fosse il ricalcolo della rata in quanto nella precedente azienda avevo un discreto TFR.

La finanziaria però non è riuscita ad ottenere ancora il pagamento del TFR e quindi mi vuole applicare la stessa rata pre-dimissioni con la stessa durata come se il TFR non esistesse.

A questo punto volevo chiedere:
Posso pretendere il ricalcolo sottraendo il TFR dal monte soldi dovuto?

Perchè la finanziaria non riesce ad averlo se molti colleghi dimessi sono stati liquidati del TFR?

Che succede se nei rimanenti 4 anni la finanziaria non riesce ad aggredire il TFR e non posso più pretendere nulla dall'ex datore di lavoro in quanto sono passati 5 anni e quindi andrà in prescrizione?

Posso uscire da questa situazione di limbo per il TFR in quanto non posso pretendere io il TFR ma non lo prende nemmeno la finanziaria?

Risposta di Giorgio Martini
14 luglio 2016 at 15:05

Nel prestito su cessione del quinto, in caso di licenziamento o di dimissioni volontarie del lavoratore, il datore di lavoro svolge un ruolo di garanzia fino all'importo del TFR maturato.

Se, come temo, il mancato pagamento del TFR è dovuto a inadempienza del precedente datore di lavoro, il problema è solo del lavoratore debitore.

Se il datore di lavoro non ha corrisposto il TFR alla finanziaria, il lavoratore non può pretendere il ricalcolo della rata mensile come se il TFR fosse stato effettivamente versato. Egli deve attivarsi rivolgendosi al sindacato o ad un legale per avviare la riscossione coattiva o accedere al fondo di garanzia INPS qualora ne ricorrano i presupposti.

Per ulteriori info su come recuperare il TFR non corrisposto dal datore di lavoro, leggere questo articolo.