Cattivo debitore a mia insaputa

Domanda di gustavodaniel
8 luglio 2014 at 09:09

Sul finire del mese di giugno, ho provato di abbonarmi a un'offerta per il collegamento a internet tramite Fastweb, ma la richiesta mi fu respinta perché per loro sono un “cattivo pagatore”.

Il fatto è che questo, a me non risulta. Non ho acquistato assolutamente nulla a rate, tutte le mie bollette (gas, luce, canone RAI, smaltimento rifiuti, etc., risultano pagate), e non ho assolutamente ricevuto nessun abisso di pagamento da nessuno.

Addirittura, nel mese di aprile mi fu concesso un prestito personale tramite EBITEMP e la Banca Monte dei Paschi di Siena, senza nessun problema.

Inoltre, questa settimana ho sottoscritto un abbonamento internet tramite il fornitore telefonico “3”, senza inconvenienti.

Allora, come mai risulto “cattivo pagatore” nel data base di Fastweb?. E se questo e veritiero, come faccio io a sapere chi e per che si trattiene che io sia un suo debitore?.

Non vorrei, l'indomani avere bisogno di accedere a un credito e ritrovarmi in questa condizione.

In concreto, come faccio io a sapere se veramente risulto “cattivo pagatore” in qualcun database e perché?

Risposta di Ornella De Bellis
8 luglio 2014 at 09:23

Non esistono Centrali Rischi ufficiali per cattivi pagatori o cattivi debitori relative ad utenze telefoniche.

E, quindi, non esistono nemmeno procedure per chiedere ed ottenere l'indicazione del database dei cattivi debitori in cui è stata rilevata la segnalazione.

Di solito, le società telefoniche fanno riferimento ad archivi interni, per cui non è da escludere un caso di omonimia, anche conoscendo la scarsa attenzione con cui lavorano gli addetti al settore (pagati male e sottoposti a ritmi di lavoro frenetici).

Oppure si tratta di politiche aziendali in base alle quali viene negata la fornitura di servizi in base a non meglio identificati criteri di selezione.

In conclusione, è quasi nulla la possibilità che la sua classificazione di cattivo pagatore o cattivo debitore derivi dalla consultazione di Centrali Rischi riservate a prestiti e/o finanziamenti.