cartelle esattoriali equitalia - mia madre sostiene che non le sono mai state notificate

Domanda di trilobiti74
18 ottobre 2011 at 15:01

Salve, ecco la mia domanda: lo scorso anno ho ricevuto da Equitalia Marche delle cartelle esattoriali di una dozzina di multe che avrei preso nel 2005-2006. Io vivo a Roma, ma la mia residenza è a Fano, nelle Marche. Mia madre sostiene di non aver mai ricevuto la notifica da parte della Municipale, e le credo. Considerato che equitalia aveva già chiesto il prelievo di una parte del mio stipendio dalla società per cui lavoro, invece di contestare la mancata notifica ho fatto un accordo rateizzando l'importo complessivo (3.000 euro). Mi chiedo ora se è troppo tardi per procedere a una contestazione della mancata notifica delle multe.

Inoltre, mi sono arrivate altre due multe: una, dalla municipale, che avrei preso a Luglio di quest'anno e, essendomi arrivata dopo i 90 giorni, la contesterò al Prefetto.

La seconda, ancora da Equitalia, per una multa del Luglio 2006, anche in questo caso mai notificata. Per questa seconda cartella, a chi devo rivolgermi, al Giudice di Pace?

Risposta di Simone di Saintjust
20 ottobre 2011 at 20:22

Nel momento in cui si chiede la rateazione del debito non è più possibile presentare ricorso.

Per le altre multe, prima di presentare ricorso, è opportuno verificare eventuali notifiche perfezionate per compiuta giacenza.

Nessuno mette in dubbio ciò che riferisce sua madre, ma capita sempre più spesso che i postini non lascino avvisi per il ritiro del verbale presso gli uffici postali quando alla seconda raccomandata il destinatario risulta temporaneamente irreperibile (sua madre, per esempio, può essere uscita a fare la spesa).

Il primo ricorso può presentarlo indifferentemente a Prefetto o al Giudice di Pace. Con il Prefetto si risparmia il costo del contributo unificato, ma ci si mette nelle mani di un giudice di parte per definizione. Ogni cosa ha i suoi pro ed i suoi contro.

Per la seconda cartella esattoriale, invece, non può che rivolgersi al GdP con istanza di ricorso recuperatorio per omessa notifica del verbale di multa, ammesso sempre che la multa sottostante non le sia stata notificata per compiuta giacenza.