cartella inps a seguito accertamento agenzia entrate

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Simone di Saintjust 3 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Domanda di TNpadova
22 settembre 2011 at 19:25

Salve volevo capire se la notifica di un avviso di accertamento da parte dell’agenzia delle entrate e' considerato atto interruttivo ai fini dell’accertamento e della riscossione dei maggior crediti previdenziali, dovuti proprio a seguito del maggior reddito accertato dal fisco.
esempio: atto dell’ae notificato nel 2007 recante maggior accertamento imposte 2002 – 2003 – 2004, e contributi prev., nel 2010 e nel 2011 mi notificano cartelle per crediti inps per gli anni 2002-2003 e 2004, tali cartelle sono illegittime perche' il credito e' prescritto?
grazie sin d’ora per la disponibilita'

Risposta di Simone di Saintjust
22 settembre 2011 at 23:01

Nel caso di dichiarazione dei redditi omessa o infedele la finestra prescrizionale e' di sei anni. Per l’agenzia delle entrate non mi sembra ci siano problemi di prescrizione.

La legge n.335/95 (entrata in vigore il 17 agosto 1995) assegna all’INPS cinque anni per richiedere i contributi dovuti e non versati. E’ chiaro che l’INPS viene a conoscenza dei maggiori contributi da lei dovuti solo a seguito dell’accertamento fiscale. Dunque i cinque anni decorrono dal 2007.

Offri il tuo contributo virtuale alla visibilità di indebitati.it

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Altre letture consigliate

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Questo non e' propriamente un forum di discussione, ma uno spazio reso disponibile ai lettori registrati (oppure connessi con credenziali Facebook e Google+) per porre una domanda ed ottenere una risposta. Per fornire un servizio efficiente, ottimizzare le poche risorse disponibili ed evitare gli interventi di soggetti non autorizzati, gli utenti non possono rispondere alle domande ne' replicare alle risposte degli esperti. Se hai necessita' di chiarimenti e/o ritieni di voler approfondire altri aspetti della questione di tuo interesse, dovrai inserire una nuova domanda. In questo caso, considera che non sara' necessariamente la stessa persona a risponderti. Pertanto, la nuova domanda dovra' essere autosufficiente e comprensibile a chiunque la legga per la prima volta.






Per una migliore esperienza di navigazione ed una piu` efficace visualizzazione dei contenuti suggeriamo di ruotare il dispositivo e di orientarlo in posizione orizzontale