cartella inps a seguito accertamento agenzia entrate

Domanda di TNpadova
22 settembre 2011 at 19:25

Salve volevo capire se la notifica di un avviso di accertamento da parte dell’agenzia delle entrate e' considerato atto interruttivo ai fini dell’accertamento e della riscossione dei maggior crediti previdenziali, dovuti proprio a seguito del maggior reddito accertato dal fisco.
esempio: atto dell’ae notificato nel 2007 recante maggior accertamento imposte 2002 – 2003 – 2004, e contributi prev., nel 2010 e nel 2011 mi notificano cartelle per crediti inps per gli anni 2002-2003 e 2004, tali cartelle sono illegittime perche' il credito e' prescritto?
grazie sin d’ora per la disponibilita'

Risposta di Simone di Saintjust
22 settembre 2011 at 23:01

Nel caso di dichiarazione dei redditi omessa o infedele la finestra prescrizionale e' di sei anni. Per l’agenzia delle entrate non mi sembra ci siano problemi di prescrizione.

La legge n.335/95 (entrata in vigore il 17 agosto 1995) assegna all’INPS cinque anni per richiedere i contributi dovuti e non versati. E’ chiaro che l’INPS viene a conoscenza dei maggiori contributi da lei dovuti solo a seguito dell’accertamento fiscale. Dunque i cinque anni decorrono dal 2007.

Altre letture consigliate