cartella esattoriale dimenticata, scaduta da 2 anni mai pagata

Domanda di chloe chard
9 novembre 2011 at 00:01

salve a tutti

ho l'altrieri scoperto che mio padre, senza aver detto mai nulla, si teneva cara cara una cartella esattoriale di due anni fa (2009), senza aver mai:

- pagato
- contestato
- chiesto rateazione

non so se sia già arrivato il sollecito, o addirittura l'intimazione, ma mi pare di ricordare che disse qualcosa a proposito di un fermo amministrativo dell'autovettura (che credevo fosse intervenuto per qualche tassa automobilistica non pagata)

devo aspettarmi di venire cacciato di casa? il totale complessivo non dovrebbe superare i 4.000 euro (facendo una grossolana stima degli interessi di mora nel frattempo maturati), ma in passato equitalia ha già acceso ipoteche anche per piccoli importi, in barba alle leggi, o sbaglio?

ho passato la notte in bianco, sia per la preoccupazione che per fare i calcoli e mettere ordine nelle vecchie bollette (tasse sui rifiuti solidi urbani pagate in ritardo a quanto ho capito!

- la cartella è intestata a mio padre
- è stata consegnata al portiere che l'ha data a mio padre
- la casa è attualmente intestata a mio padre
- non sono riuscito a sapere se nel frattempo siano stati notificati altri atti

cosa devo aspettarmi?

se qualcuno può aiutarmi, gliene sarò grato

Risposta di Simone di Saintjust
9 novembre 2011 at 21:42

Mi sembra che lei stia sopravvalutando di gran lunga il problema. Qui passiamo da debitori che se la ridono con 40 mila euro di debito ed altri che non ci dormono la notte per 4 mila.

La legge adesso è chiara, ed Equitalia non ci prova più: nessuna ipoteca sulla casa per debiti di importo inferiore ad 8 mila euro.

Ipoteca poi, non vuol dire necessariamente espropriazione. Si tratta di una garanzia che viene resa nota ad un eventuale acquirente in modo da fargli sapere che i primi 4 mila euro deve darli ad Equitalia, il resto a lei.

Se proprio deve passare notti insonni, può chiedere per suo padre un account sul sito INPS e con quello (visto che il pin le arriverà a casa) spulciarsi tutte le pendenze che il suo genitore ha con Equitalia.

Poi, se proprio vuole, potrà chiedere una rateazione. Ma, per favore, si tranquillizzi. Il suo è un caso di ordinaria amministrazione e non un caso disperato.