Pignoramento stipendio - Il giudice non ha tenuto conto dell'affitto che devo pagare

Domanda di Marco Rossi
24 gennaio 2014 at 09:11

Grazie per la risposta molto soddisfacente: vorrei esporle un altro quesito che non mi dà pace da quando, nell'aprile del 2013, mi è stato pignorato il quinto dello stipendio. Preciso che ho un primo quinto ceduto non potendo intervenire all'udienza il giudice dopo aver sentito il mio datore di lavoro ha sciolto la riserva e ha deciso il pignoramento. Ora ho ricevuto l'atto di precetto per le spese vere e proprie quindi sarà in coda per ottenere pure questo, le chiedo come ha potuto il giudice emettere una sentenza così visto la mia situazione sono separata ho un par time e con il resto dello stipendio dopo le trattenute pago a malapena l'affitto e non mi resta un euro per andare avanti. Questa situazione mi ha creato forti disagi a livello personale ho perso la stima e la dignità per una donna avida e cattiva.

Risposta di Simone di Saintjust
24 gennaio 2014 at 10:10

Il giudice, nell'accordare il pignoramento dello stipendio chiesto dal creditore, deve solo verificare la legittimità degli atti e che non ci siano altri pignoramenti in corso della stessa tipologia (somme dovute a privati, banche e finanziarie). Quindi deve assicurarsi che le quote pignorate, anche in tempi precedenti e per crediti di tipologia diversa (debiti esattoriali - Equitalia per intendersi) non superino per importo la metà di quanto percepito dal debitore.

Il giudice non può tener conto delle spese che il debitore deve sostenere (affitti, spese sanitarie e quant'altro) se non conseguenti ad azioni di riscossione coattiva già in essere. Se lo facesse, il creditore avrebbe buon gioco a proporre ricorso e vederselo accolto.

Per quanto riguarda, infine, l'ultimo atto di precetto, e quelli futuri per altri debiti che non siano riferibili a cartelle esattoriali, il suo stipendio non verrà decurtato ulteriormente. Naturalmente, aumenterà il periodo temporale in cui verrà effettuato il prelievo alla fonte del 20%.