Cambiale non presentata in banca ma direttamente al Notaio - ulteriori chiarimenti

Domanda di FLAVIO
30 settembre 2015 at 17:46

In riferimento a questa discussione, avrei da porre un'altra domanda: i termini di avviso sono identici a quella della banca. Il notaio è tenuto a dare notizia al pagatore della cambiale come avviene dalla Banca? In quale caso la presentazione della cambiale è nulla presentata dal Notaio? Come si può verificare se il notaio è abilitato?

Risposta di Chiara Nicolai
30 settembre 2015 at 18:10

Se il notaio che espleta servizio di cassa cambiali sta a Milano ed il debitore risiede a Canicattì, si potrebbe avere qualche problema a pretendere il pagamento in Milano, pur con il necessario avviso di pagamento recapitato al debitore per tempo.

L'avviso serve solo come memo per ricordare al debitore la data e il luogo di scadenza (elementi che il debitore dovrebbe comunque conoscere). Se il debitore è stato così sprovveduto da lasciare in bianco lo spazio riservato al luogo di pagamento (successivamente compilato dal beneficiario o dal portatore), l'avviso serve ad indicare al debitore anche dove pagare la cambiale.

Normalmente il terzo delegato all'incasso (dal notaio o chi per esso) deve presentarsi, alla data di scadenza del titolo, presso la residenza del debitore o sul luogo convenuto al momento dell'emissione della cambiale (ad esempio uno sportello bancario indicato al momento dell'emissione della cambiale).

Per sapere se il notaio effettua il servizio di cassa cambiali (e per quali zone) bisogna contattare lo studio notarile.