BOLLO AUTO

Domanda di ivan mekong
3 aprile 2012 at 10:07

Non ho un lavoro e vivo in una casa in affitto "vuota", ho già eseguito la "perdita di possesso" della mia auto, però i bolli da pagare rimangono dal 2008 al 2012 compresi.

Per il bollo del 2008 mi è già venuta la lettera di "ingiunzione di pagamento" e sono gia trascorsi i 60 giorni, (anche 100) ovvero scatta il pignoramento.

Domanda: ma l'ufficiale giudiziario verrà a casa mia per la riscossione di 250 euro? (che sicuramente aumenteranno) (lo so lo stato non è cofactor) ma si muovono per cosi poco?

Domanda: mi devo aspettare la stessa prassi,ovvero prima avvisi, poi lettera "d'ingiunzione pagamento" anche per i restanti bolli ovvero 2009,10,11,12

Risposta di Paolo Rastelli
3 aprile 2012 at 10:24

Di solito non si muovono per così poco, ma questa affermazione non può rappresentare per lei un fattore di sicurezza.

Per quanto riguarda la procedura, le sarà utile sapere che la cartella esattoriale è un titolo esecutivo (equivale al decreto ingiuntivo ottenuto dal creditore per debiti non esattoriali).

L'ingiunzione di pagamento è, nel campo della riscossione esattoriale, l'analogo del precetto per debiti di origine non fiscale. L'atto viene inviato decorso un anno dalla notifica della cartella esattoriale qualora il debito non sia stato ancora pagato.

Dalla data di notifica dell'ingiunzione, il contribuente ha 5 giorni di tempo per effettuare il versamento di quanto dovuto, dopodiché l'Agente della riscossione potrà attivare le procedure esecutive (pignoramento) non ancora intraprese.

Quindi, in parole semplici, l'ufficiale giudiziario potrebbe presentarsi a casa sua senza ulteriori avvisi.