Avviso di giacenza multa a indirizzo di residenza errato - Cosa fare?

Domanda di Ugo
3 ottobre 2011 at 10:01

Mi è stato segnalato dall'inquilino di una mia proprietà che c'è un avviso di giacenza multa presso l'ufficio postale dove trovasi l'immobile (mia vecchia residenza)! Ho effettuato il cambio di residenza circa 1 anno fa ed ho ricevuto regolarmente i tagliandini dalla motorizzazione da applicare alla patente ed alla carta di circolazione! Cosa dovrei fare? Sono obbligato a ritirare la multa?

Risposta di Giorgio Valli
3 ottobre 2011 at 11:46

Se ritira il plico alla posta, la notifica sarà stata comunque effettuata correttamente, e dovrà pagare la multa.

L'alternativa è attendere la notifica della cartella esattoriale, e procedere poi con opposizione a sanzioni amministrative ex artt. 22 e 23 legge n. 689/81.

Questa tipologia di ricorso è esperibile nei casi in cui la cartella esattoriale, mediante preventiva iscrizione al ruolo, è emessa senza essere preceduta dalla notifica dell'ordinanza - ingiunzione o del verbale di accertamento di violazione del codice della strada, onde consentire all'interessato di “recuperare” l'esercizio del mezzo di tutela previsto appunto da detta legge riguardo agli atti sanzionatori; ciò avviene, in particolare, allorché l'opponente contesti il contenuto del verbale che è da lui conosciuto per la prima volta al momento della notifica della cartella.

Sul punto è intervenuta la Cassazione (sentenza 8200/2009) precisando, che per le cartelle esattoriali che riguardano le infrazioni al c.d.s., ci si può rivolgere al giudice di pace solo se la notifica del precedente verbale è viziata e, quindi, per quanto prevede la legge, la cartella è il primo atto con il quale si viene a conoscenza della multa.

Lei, dunque, si potrà rivolgere al giudice di pace della zona ove è avvenuta l'infrazione nel termine di 30 giorni, una volta che le sarà stata notificata la cartella esattoriale.