Aprire conto con delega per pagare Equitalia del compagno?

Domanda di paperoide
12 febbraio 2012 at 04:50

Devo pagare rate Equitalia del mio compagno dal mio conto corrente, come è meglio fare? Fargli aprire un conto corrente a nome suo con delega a me, in modo che io possa operare( lui non è attento alle scadenze).

Gli verserei come grazioso prestito la cifra per pagare il debito circa 15.000 euro che sarà rateizzato in 72 rate.

Lui mi restituirebbe quando può 400 euro al mese,da versare sul mio c.c. (Il fisco può chiedermi per cosa sono quei versamenti di 400 euro sul mio c.c) Può chiedermi perchè gli pago i debiti? Io sono una lavoratrice precaria con dei risparmi risalenti ad un appartamento venduto anni fa, lui è un libero professionista senza lavoro, con casa intestata .

Risposta di Giovanni Napoletano
12 febbraio 2012 at 08:24

Fare aprire al suo compagno un conto corrente, con delega a lei per i pagamenti delle dilazioni Equitalia, potrebbe essere una "graziosa" soluzione.

Meno "graziosa" è la circostanza che la delega non esclude che il delegante possa comunque disporre delle liquidità depositate sul conto, a proprio piacimento e senza dover essere autorizzato dal delegato.

Lo dico solo perchè lei riferisce che il suo compagno è poco attento alle scadenze. E, se non si ricordano le scadenze, i fondi potrebbero essere impiegati, in buona fede s'intende, per altri scopi.

Ma questo aspetto ci offre la possibilità di trovare un escamotage per salvare capra e cavoli o, se preferisce, avere la botte piena e la moglie (o il marito) ubriaca (o).

Anche perchè il suo compagno, ne sono certo, potrebbe sentirsi ferito nell'amor proprio e nell'orgoglio se lei palesasse una seppur minima e larvata mancanza di fiducia nei suoi confronti.

Ed allora c'è questo decreto "salva Italia" che impone limiti alla circolazione di contante. C'è l'Agenzia delle Entrate che affila le armi e mette il naso nei nostri conti correnti, pretendendo di sapere cosa compriamo o da dove prendiamo i soldini per fare "graziosi regali" a chi si vuole bene.

Perfetto ed è presto fatto: apriamo questo conto corrente delegato, ma per evitare intrusioni esterne, operiamo con versamenti di 999 euro, o frazioni di tale importo, quanto basta, ogni volta che serve, per pagare una sola rata Equitalia.

Sia chiaro: io e lei sappiamo che non si può frazionare un versamento e che è cosa piuttosto antipatica non effettuare bonifici fra conti correnti per evitare associazioni fra i soggetti coinvolti nella transazione, specie quando, come nel suo caso, non si ha niente da nascondere.

Ma, il nostro premier SuperMario, l'intransigente custode delle Entrate Attilio Befera nonchè le alte sfere vaticane (in primis mons. Fisichella) sono certo che capiranno e sapranno contestualizzare la vicenda: in fondo, stiamo solo cercando di salvare un futuro matrimonio ...